D.A.T.

Disposizione anticipata di trattamento (D.A.T.)

Con deliberazione di Giunta comunale n. 95 del 25.09.2018 è stato istituito il “Registro delle disposizioni anticipate di trattamento” (D.A.T.), ai sensi dell’art. 4 della legge 22 dicembre 2017, n. 219.

La D.A.T. - Dichiarazione Anticipata di Trattamento viene anche chiamata testamento biologico o di vita. E’ un documento strettamente personale con cui una persona maggiorenne (l’intestatario), capace di intendere e di volere, esprime la propria volontà in merito ai trattamenti sanitari nel caso in cui, in futuro, si trovasse in condizione di non poter manifestare la propria volontà.

In sostanza può dichiarare se accettare o rifiutare trattamenti sanitari, accertamenti diagnostici o scelte terapeutiche (dopo aver acquisito informazioni mediche sulle conseguenze delle proprie scelte).

Come si presenta una D.A.T.

Data la delicatezza del documento e del suo contenuto, è necessario che chi presenta la D.A.T. rispetti questa procedura:

  • la consegna deve avvenire personalmente da parte della persona interessata (non può essere fatta da un incaricato);
  • le DAT possono essere rese solo da persone maggiorenni e capaci di intendere e di volere e, con le stesse modalità, possono essere successivamente rinnovate, modificate o revocate.
  • le DAT vengono consegnate all'ufficio di stato civile, in busta sigillata, contenente l’indicazione delle generalità del disponente, e l’indicazione che la busta contiene una dichiarazione anticipata di trattamento;
  • sulla busta sigillata al momento del deposito sarà apposta una dicitura contenente le seguenti indicazioni: “dichiarazione anticipata di trattamento consegnata in data ___ dal sig.___ nato a ________________ il ________” sottoscritta dal disponente e dall’incaricato che riceve la documentazione;
  • le DAT sono accompagnate da una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, redatta ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. 445/00, contenente l’indicazione del fiduciario e del fiduciario supplente, se nominati; l’ufficio ricevente rilascerà ricevuta, con l’annotazione del numero di annotazione nel registro;
  • successivamente all’annotazione nel registro, le DAT saranno conservate, se possibile in cassaforte oppure, in alternativa, in apposito armadio dell’Ufficio di Stato Civile chiuso a chiave;
  • le dichiarazioni potranno essere restituite, in busta chiusa e sigillata, come pervenute, previa richiesta scritta del disponente, esclusivamente al medesimo;
  • in assenza di diversa indicazione degli organi competenti, l’ufficio provvederà alla conservazione delle dichiarazioni consegnate presso di esso ed al loro trattamento ai sensi di legge, in particolare, non è prevista la trasmissione a medici, ospedali o altri Enti del S.S.N. o ad altri comuni in caso di cambio di residenza del disponente;

Orari:

Le dichiarazioni sono ricevute nei seguenti orari:

  • Lunedì 14.00 – 17.00
  • Martedì 14.00 – 18.00
  • Venerdì 10.00 – 12.00

Normativa di riferimento

Legge 22 dicembre 2017, n. 219 “NORME IN MATERIA DI CONSENSO INFORMATO E DI DISPOSIZIONI ANTICIPATE DI TRATTAMENTO”

Delibera della Giunta comunale n. 95 del 25.09.2018

Comune di Prarostino - Piazza della Libertà, 15 - 10060 Prarostino (TO) -
Tel. 0121.500.128 - Fax 0121.501.792 - P.I. 02511260016 - C.F. 85002710011 -